Quantcast

Cavatori e marmisti: “Serve una legge più equilibrata”

Più informazioni su

(red.) “Speriamo che si giunga ad un testo di legge equilibrato che dia effettivo riscontro e riconoscimento ad un mondo che è stato confuso, nella legislazione pregressa, con le cave degli inerti”.
Questo l’auspicio manifestato dai rappresentanti dei Consorzi Cavatori della Valle di Nuvolera, Produttori Marmo Botticino Classico e Marmisti Bresciani che hanno partecipato all’incontro organizzato dall’Associazione Artigiani e che ha visto riuniti nella sede dell’Organizzazione di via Cefalonia il presidente Enrico Mattinzoli, il Presidente della VI Commissione Ambiente della Regione Lombardia, Giosuè Frosio, accompagnato dal  Consigliere Regionale Pierluigi Toscani  e da quello Provinciale Roberto Faustinelli.
Una riunione voluta dopo che i marmisti bresciani avevano manifestato la necessità di far valere le proprie ragioni nell’imminenza dell’approvazione del  progetto di legge regionale che disciplina le materie estrattive di cava.
I Presidenti dei Consorzi, Giuliano Ghirardi e Giovanni Merendino, hanno potuto spiegare i motivi che portano a chiedere una norma chiara e che dia poco spazio ad interpretazioni, dato che ad oggi , nei fatti, le imprese hanno dovuto  sobbarcarsi oneri diversi in funzione di come veniva interpretata la norma dalle diverse amministrazioni o Enti locali.
Un incontro utile che avrà successivi sviluppi; se sarà necessario, ci saranno ulteriori più incontri di approfondimento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.