Quantcast

Truffe del finto catasto e dei finti venditori Anmil

Più informazioni su

(red.) Guardiacivica, Associaizone Cittadini Consumatori Utenti segnala che “in diverse parti d’Italia si sta verificando una truffa riguardante i valori catastali delle abitazioni. Generalmente sono i corrieri come SDA o TNT a fare una consegna di un plico che contiene informazioni fasulle e l’intimazione a pagare una somma di 28,50 europer ogni busta consegnata al malcapitato”.
“L’unica cosa da fare”, viene sottolineato, “è non ritirare il plico per nessun motivo e non pagare alcun diritto di consegna o quant’altro perchè si tratta di una truffa perpetrata al momento da ignoti, ma sui quali stanno indagando le autorità competenti”.
Per riconoscere la truffa in questione vengono fornite alcune indicazioni: sulla busta viene apposta la dizione obbligo adeguamento nuovi valori catastali  D.L. 22/12/2011 n. 214; oggetto della consegna possono essere più buste distinte; viene preteso il versamento di  28.50 euro per ogni busta consegnata; sulle buste vi è riportato il logo della Repubblica Italiana; la consegna viene fatta per corriere o posta ordinaria in contrassegno; generalmente sulle buste vi è anche una intestazione che, nella maggior parte dei casi, è la seguente “Studio Notarile Dott. Leonardo Rossi Piazza 4 Novembre, 7 20124 Milano”.
Per chiarimenti e segnalazioni è possibile consultare il sito internet di Guardiacivica www.guardiacivica.it oppure il Call Center dell’Associazione  mail: info@guardiacivica.it   Tel: 085 4714062   Fax:  085 74884
Un’altra truffa viene poi segnalata dal’Anmil, Associazione nazionale mutilati ed invalidi del lavoro, in particolare in Valcamonica, nel Bresciano, dove venditori si presentano nelle case come autorizzati dall’Anmil, alcuni pare muniti di un tesserino con il logo dell’associazione, che propongono l’acquisto di pacchi biancheria o altri prodotti. L’Associazione invita alla massima attenzione e ricorda a tutti i cittadini che nessuno è autorizzato a vendere alcunchè per conto di Anmil.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.