Quantcast

Sport, Rizzi: “A breve un nuovo progetto di legge”

(red.) “Voglio fare un plauso alla Commissione Cultura del Consiglio regionale per aver approvato all’unanimità nei giorni scorsi la risoluzione che impegna la Giunta a presentare entro fine luglio il testo di un progetto di legge sullo sport”. Lo ha affermato l’assessore regionale allo Sport e Giovani, la bresciana Monica Rizzi.
“E’ da tanto tempo”, ha spiegato Monica Rizzi, “che mi batto per questo, è fondamentale regolamentare dal punto di vista normativo il settore delle attività motorie, soprattutto se i punti riguardano la lotta al doping e la prevenzione degli infortuni, garantendo la sicurezza degli impianti sportivi nella nostra regione”.
“Per quanto riguarda quest’ultimo tema, su mia proposta”, ha continuato l’assessore Rizzi, “la Giunta Regionale ha dato il via libera all’approvazione di un bando di cinque milioni e mezzo di euro per la messa in sicurezza e la realizzazione di impianti sportivi di uso pubblico. “Lo sport è per tutti e la sicurezza deve essere una garanzia per chi fa sport”.
“La promozione delle politiche integrate tra sport e turismo, il sostegno delle attività sportive a scuola, la valorizzazione della cultura del rispetto verso l’avversario e la lotta al doping”, ha aggiunto l’assessore, “sono i punti fermi del lavoro del mio Assessorato. Da quando sono assessore ho investito tempo e denaro per ottenere risultati importanti per lo sport. E per aiutare i ragazzi che si avvicinano allo sport in modo corretto, Regione Lombardia ha voluto introdurre all’interno della propria produzione normativa uno strumento di grande importanza come il Codice Etico di autoregolamentazione dello sport per i giovani e con i giovani. Lo scopo è quello di creare delle linee guida di comportamento condivise tra tutti coloro che gravitano attorno al mondo sportivo”.
“Sono felice”, ha concluso la Rizzi, “che in Commissione Cultura abbiano capito l’importanza di questo settore e che abbiano deciso di aiutarci a compiere un cambiamento epocale per un sistema che sempre di pià ha dimostrato di essere traino per l’economia lombarda”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.