Quantcast

A Pep Guardiola il Pallone d’Oro come miglior allenatore

Più informazioni su

(red.) Il tecnico del Barcellona Pep Guardiola, ex giocatore del Brescia, ha vinto il Pallone d’Oro 2011 come miglior allenatore battendo i colleghi del Real Madrid Josè Mourinho e del Manchester United Alex Ferguson. ”Lo condivido con Mourinho e Ferguson”, le prime parole del vincitore che ha partecipato alla cerimonia di premiazione nella Kongresshaus di Zurigo. Per l’Italia ‘special guest’, oltre alla moglie di Stefano Borgonovo, Chantal, invitata per sensibilizzare il gotha del calcio al dramma della Sla, anche e soprattutto il giocatore del Gubbio (Serie B) Simone Farina. Giocatore sconosciuto ai più, balzato di recente agli onori delle cronache per aver denunciato un tentativo di combine e per questo elogiato dal presidente della Joseph Blatter durante la cerimonia di consegna del Pallone d’Oro. ”Non è facile, ma bisogna trovare la forza di andare avanti nella vita”, le parole di Farina rivolte a Blatter. “Vorrei ringraziare il presidente della Fifa, essere qui è un grande onore per me”.
Lionel Messi ha vinto per la terza volta consecutiva il Pallone d’Oro. Ai piedi dell’argentino gli altri due finalisti, il rivale del Real Madrid Cristiano Ronaldo e il compagno al Barcellona Xavi, con il quale la ‘pulce’ ha voluto condividere l’importante riconoscimento gridando tra gli applausi della festosa cerimonia di Zurigo ”voglio dividere questo premio con Xavi, credo che anche tu meriti questo premio, è un piacere giocare con te”.
Un trionfo annunciato quello di Messi nel segno dello strapotere calcistico del Barcellona, campione del mondo (suo il Mondiale per Club) e d’Europa, che porta nell’Olimpo degli allenatori anche il condottiero blaugrana Pep Guardiola. Il tecnico del Barca ha battuto la forte concorrenza rappresentata da due suoi illustri colleghi, Josè Mourinho del Real Madrid e Sir Alex Ferguson, ‘manager’ del Manchester United.
Con tre Palloni d’oro in tasca Messi ha ammesso di non sentirsi per niente sazio, annunciando di voler vincere ancora molto e soprattutto con la nazionale argentina.
Una serata in onore dei big del pallone mondiale, quella andata in A Zurigo sono stati assegnati tra gli altri anche il Pallone d’oro alla miglior calciatrice: questa volta a vincere non è stata la brasiliana Marta ma la giapponese 33enne Homare Sawa capace di trascinato la nazionale nipponica al suo primo titolo iridato. Successo dagli occhi a mandorla anche fra gli allenatori del calcio femminile con il ct Norio Sasaki. E’ andato infine al brasiliano Neymar, asso 19enne del Santos, il premio Fifa per il gol più bello del 2011. A fargli vincere l’ambito riconoscimento, targato Ferenc Puskas, il ‘capolavoro’ del 7 luglio scorso, nella partita di campionato Flamengo-Santos finita 5-4. Quello del n.11 era stato il gol del 3-0 per gli ospiti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.