Pancia gonfia? Sgonfiarla è facile con gli integratori

Più informazioni su

    (red.) La pancia gonfia è la conseguenza di un anomalo accumulo di gas nell’intestino e a livello addominale, causa di appunto gonfiore, bruciore e dolori simili a crampi o fitte. Quando è occasionale non ha significato clinico ed è in genere dovuto a un eccesso di cibo o all’abitudine di ingoiare i bocconi senza averli masticati a sufficienza, o anche a un momento di ansia o stress, soprattutto se lo stato di tensione nervosa induce ad ingerire molta aria deglutendo. Quando invece il gonfiore addominale persiste a lungo può rivelare un disturbo gastroenterico, come ad esempio una sindrome del colon irritabile, un’intolleranza alimentare e numerosi altri disturbi, come le intolleranze alimentari

    Forse conosci anche tu questo inconveniente: di mattina la pancia è piatta e ti senti bene, ma con l’assunzione di cibo, durante il giorno, si fa sempre più evidente una sensazione di gonfiore. Sempre più persone di tutte le età soffrono di pancia gonfia, con una sensazione scomoda, brontolii e gonfiore legati a una cattiva digestione.  

    Fattori come cibi troppo grassi, una giornata impegnativa e, magari, tante ore di lavoro sedentario, fanno sì che l’intestino lavori lentamente e le feci si accumulino. 

    L’accumulo nell’intestino di quella parte di cibo non digerita correttamente può innescare un processo di fermentazione che sviluppa una certa quantità di gas, i quali possono causare sensazioni spiacevoli, come tensione o gonfiore addominale. Molti si devono trascinare sul divano dopo cena, perché è l’unica cosa che riescono a fare. 

    Si cade facilmente in una spirale negativa, dove i disagi dovuti alla digestione sono la sfortunata conseguenza di un’attività normale come consumare un pasto, che invece dovrebbe essere un piacere.

    Si può ovviare ad alcuni di questi inconvenienti evitando i carboidrati raffinati: pane bianco, torte, riso, patate, e scegliendo invece cibi meno elaborati come i cereali integrali, che stimolano la funzione intestinale. Inoltre, può essere utile assumere un integratore come Macoform, con ingredienti che contribuiscono a una buona digestione.

    Macoform è composto da estratto di carciofo, che aiuta la digestione e la funzione epatica e favorisce l’eliminazione dei gas intestinali. In più, Macoform contiene estratto di tarassaco, che contribuisce alla regolarità del transito intestinale. Una compressa al giorno regolerà la vostra digestione e l’accumulo d’aria all’interno della pancia (Per saperne di più basta andare sul sito di Wellvita).

    Oltre a un regolatore è bene cambiare e correggere la propria alimentazione per porre fine al gonfiore addominale, eliminando i cibi infiammatori o fermentativi, come l’eccesso di carni rosse, le bevande gassate, l’alcol, gli eccitanti come il caffè, gli zuccheri, il fumo, le caramelle, le gomme da masticare. Ma fate attenzione, poiché anche l’eccesso di fibre può infiammare le pareti dell’intestino tenue, provocando meteorismo, crampi addominali e alterazioni della peristalsi, come stitichezza o diarrea. E’ bene dunque fare una dieta equilibrata, senza esagerare e ascoltando il nostro corpo. 

    Come già detto uno stato persistente di gonfiore addominale può indicare anche che ci sia qualche intolleranza alimentare, soprattutto se oltre al gonfiore si presentano nausea, dispepsia, coliti e ritenzione idrica. I fattori che possono dare origine a un’intolleranza sono molti, come ad esempio virus, batteri, traumi, sostanze chimiche, stress o alterazioni ormonali. Essi possono infiammare le mucose enteriche, rendendole permeabili, facendo sì che l’intolleranza possa scatenarsi.  

    In ogni caso questo disturbo può essere curato e risolto. L’utilizzo degli integratori naturali, oltre ad essere benefico, è consigliato in quanto, a differenza dei farmaci da banco, non può essere causa di effetti collaterali gravi come glaucoma, Parkinson ed epilessia. Gli integratori, essendo in grado di regolarizzare l’attività intestinale, favoriscono l’attecchimento della flora batterica simbionte, tutto in modo totalmente naturale e rispettando il vostro organismo

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.