Quantcast

Brebemi, Renzi: «Una strada maggiorenne»

Curioso scambio di battute tra il premier Matteo Renzi e Francesco Bettoni all’inaugurazione della Brescia-Bergamo-Milano. «Qualcosa non torna»?

(red.) Finalmente il nastro è stato tagliato.
Dopo anni di lavori, la Brebemi, infrastruttura di collegamento tra Brescia, Bergamo e Milano, è stata inaugurata nella giornata di mercoledì 23 luglio.
Secondo le stime diffuse in una nota dall’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, la strada porterà al sistema economico locale mille nuovi posti di lavoro e un incremento sul Pil di circa 400 milioni di euro all’anno.
In occasione dell’inaugurazione dell’autostrada era presente anche il premier Matteo Renzi.
Il presidente del Consiglio, durante un lungo e ispirato discorso tenuto davanti alle autorità e alla stampa, ha definito la Brebemi una «scintilla per il riscatto di questo territorio».
In ogni caso, i presenti hanno assistito a un curioso scambio di battute tra l’astro del Pd e Francesco Bettoni – presidente della società che ha provveduto alla realizzazione della Brescia-Bergamo-Milano – che,  nel rivolgersi a Renzi , ha dichiarato: «Presidente, lo dico con orgoglio: questa è la prima grande opera “tangent free”!».
Una battuta, forse, che comunque non è caduta nel vuoto: «Non è la prima opera pubblica libera da tangenti, riconosciamocelo, sennò siamo dei fustigatori» ha dichiarato il premier, continuando poi con un commento sui 18 anni passati in attesa dell’ inaugurazione: «Questa è una strada che è già maggiorenne, potrebbe già votare».
D’altra parte, verosimilmente c’è chi sarebbe concorde con quanto affermato da Renzi:  se sono serviti «5 anni di lavori e 13 di burocrazia, qualcosa non torna».
[nggallery id=131 template=dop-wall-grid-gallery]

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.