Il bresciano Martino Troncatti eletto presidente regionale delle Acli

Più informazioni su

(red.) Il bresciano Martino Troncatti è il nuovo presidente delle Acli Lombardia Aps, eletto nella serata di venerdì 5 febbraio durante la prima riunione del nuovo consiglio regionale. Originario di Corteno Golgi vive da anni a Concesio: ha 68 anni, 3 figli e una storia di lungo corso come volontario delle Acli (fu delegato provinciale di Gioventù Aclista) e come sindacalista con la Fim/Cisl, con un passato da manager in importanti aziende di livello internazionale (Indesit, Zoppas, Chicco) e, più di recente, con un impegno come vicepresidente delegato a livello nazionale del Patronato e del Caf Acli, oltre che come membro della presidenza provinciale delle Acli bresciane e come presidente del Circolo Acli di Concesio Pieve. Troncatti subentra ad Attilio Rossato, in carica dal 2016.

“Sono felice di accogliere questo incarico e sono convinto ci sia molto da fare”, ha detto Troncatti, “per valorizzare la presenza delle Acli sul territorio in favore delle comunità e delle famiglie. La sfida che ci attende, anche in questo tempo complesso segnato dalla pandemia, è importante e rappresenta un monito ad agire con responsabilità per il bene delle tante persone che stanno attraversando momenti di fragilità. Ancora una volta le Acli hanno un grande compito e noi cercheremo di fare del nostro meglio per realizzarlo”.

“Il nostro mandato terrà al centro l’attenzione al volontariato, al welfare, alla salute e alla formazione”, sottolinea ancora Troncatti, “per avviare un progetto di ripensamento del modello della presenza aclista sul territorio lombardo, ispirandosi alla centralità della persona, del suo valore, della sua libertà così come presenti nel pensiero del personalismo cristiano”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.