Venerdì 4 settembre al BunkerVik, la personale di Alessio Barchitta

Si inaugura la mostra del vincitore assoluto del Premio Nocivelli 2019, curata da Daniele Astrologo Abadal. 

(red.) Venerdì 4 settembre alle 18:30, presso lo spazio BunkerVik – Il rifugio delle idee di via Odorici a Brescia, si inaugura la mostra personale di Alessio Barchitta, vincitore assoluto del Premio Nocivelli 2019 curata da Daniele Astrologo Abadal.

I CAN’T SEE BEYOND THESE FUCKING CLOUDS, titolo dell’installazione allestita in un rifugio antiaereo, rivela il cielo di Brescia da un’angolazione diversa, per rileggerlo in un’inedita chiave simbolica, avvalorata dal momento storico: dopo la sospensione di ogni attività espositiva per far fronte alla crisi sanitaria, dopo mesi di chiusura in regime di quarantena, è giunto il momento della ripresa, l’avvio delle iniziative culturali con la riapertura della stagione in programma presso il BunkerVik.
L’opera di Alessio Barchitta si colloca in questo frangente critico, nel tempo e nello spazio, perché la mostra segna l’inizio, la ripresa della vita culturale dopo mesi di lockdown; perché si trova nelle profondità di un rifugio, di un bunker in difesa della vita come l’abbiamo vissuta in casa nostra. Opera-evento che mostra e stampa al momento il cielo di Brescia, senza ricorrere a note solenni o a quelle del dramma, ma con surreale ironia. La presenza di un armadio recuperato da una discarica ne è la prova: la sua trasformazione in un automa meccanizzato che apre e chiude le ante, rivela e occulta il suo contenuto, la fotografia del cielo in corso di stampa.
In questo modo l’artista intende riflettere sul valore effimero dell’immagine che qui perde ogni tono aulico vedendosi imbrattata da una scritta insolente, di fronte alla quale non si può fare a meno di sorridere: I can’t see beyond these fucking clouds.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.