Quantcast

Sabato sera in San Giovanni Evangelista, lettura dello scritto di Testori

Più informazioni su

(red.) Il 21 marzo del 1521 Girolamo Romanino e Alessandro Bonvicino, detto il Moretto, ricevettero l’incarico da parte della Confraternita del Santissimo Sacramento di decorare l’omonima Cappella nella Chiesa di San Giovanni Evangelista al numero 12 di contrada San Giovanni a Brescia. Le scene dipinte, tratte da episodi dell’Antico e del Nuovo Testamento all’insegna del tema dell’Eucarestia, sarebbero diventate uno dei più prestigiosi cicli pittorici del Rinascimento bresciano. A distanza di 500 anni, la Fondazione Asm è lieta di contribuire a una originale iniziativa, nata dalla volontà della Parrocchia di San Giovanni insieme all’Ambito cultura e territorio dell’Unità Pastorale del Centro storico e alla Fondazione Civiltà Bresciana, per celebrare la nascita di una straordinaria impresa artistica e teologica.
“A.D. MDXXI. La commessa del Progetto Divino” è un ricco programma, pensato per valorizzare la storia di questa importante opera corale e per divulgare la conoscenza di un patrimonio artistico che non tutti i bresciani conoscono.
Il racconto della Cappella si dipanerà attraverso una serie di conferenze ad ingresso libero nella chiesa di San Giovanni – al numero 12 di contrada San Giovanni a Brescia – nel rispetto delle disposizioni Covid vigenti.
Il primo appuntamento, sabato 29 maggio alle 20,30, sarà dedicato alla lettura scenica a cura dell’attrice Monica Ceccardi del testo che Giovanni Testori dedicò alla Cappella nel 1975. La recitazione sarà accompagnata da un approfondimento della storica dell’arte Barbara Maria Savy.
Per completare l’offerta, il comune di Brescia proporrà alcune visite guidate nelle giornate di sabato 5, 12, 19 e 26 giugno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.