La Procura chiude la Fonderia Montini di Travagliato

L'ordinanza è stata eseguita dall'Arpa e dai carabinieri causa degli odori molesti che da anni hanno provocato le proteste dei residenti della zona. Una vicenda che si trascina da anni.

Più informazioni su

Travagliato. Gli uomini dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa) e i Carabinieri della stazione di Travagliato hanno dato esecuzione sabato a una disposizione della Procura di Brescia, ponendo sotto sequestro la fonderia Montini di Travagliato, contro la quale per anni si sono dirette le proteste dei residenti nella zona che lamentano l’emissione di ‘odori pungenti e nauseabondi’, e nella quale sono state numerose le ispezioni degli enti preposti alla salvaguardia della salute pubblica.
La battaglia tra la popolazione e la fonderia che l’Agenzia di tutela della salute (Ats) ha definito “ditta insalubre di prima classe” va avanti da oltre un decennio. Le cronache raccontano di una ventina di sopralluoghi da parte di Arpa e carabinieri del Noe. Nell’aprile del 2021 c’è stata anche una diffida della Provincia di Brescia, poi revocata dopo le puntualizzazioni della società.
La società – specializzata nella produzione di tombini stradali di ghisa – ha anche effettuato investimenti per diminuire l’impatto ambientale, ma non a sufficienza per rientrare entro i parametri richiesti dalla legge. Ma negli ultimi anni non si contano i controlli che avrebbero evidenziato le inadempienze. Fino all’apposizione dei sigilli che ne hanno decretato la chiusura avvenuta sabato 25 giugno. Ora l’azienda, che occupa una quarantina di dipendenti, prima di riaprire dovrà eliminare le fonti di inquinamento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.