Flero, sversamento illecito nel vaso Salice: individuato l’autore

Su segnalazione delle "giacche Verdi", Arpa Brescia ha effettuato i rilievi, riscontrando che le sostanze erano derivate da residui di lavorazioni galvaniche.

Più informazioni su

Flero. Individuata l’origine dell’inquinamento del vaso Salice, a Flero, nella Bassa Bresciana.
I volontari dell’ Angiv, l’Associazione nazionale giacche verdi del raggruppamento Cavalieri del Parco del Monte Netto, hanno segnalato lo sversamento, il terzo nel corso di due settimane, all’altezza di via Leonardo da Vinci. Arpa Brescia ha effettuato i rilievi, riscontrando che le sostanze erano derivate da residui di lavorazioni galvaniche.
Da qui un approfondimento delle verifiche che hanno portato a rintracciare l’azienda inquinante: una storica ditta che tratta lavorazioni galvaniche di nichelatura e cromatura, specializzata nella zincatura elettrolitica dei metalli.  Martedì l’intervento dell’Agenzia regionale protezione ambiente, con annessa segnalazione al sindaco di Flero, e la denuncia per i titolari dell’impianto responsabili dello sversamento illecito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.