Unicef Brescia: domenica la Passeggiata del Benessere a Sant’Anna

Più informazioni su

Unicef Passeggiata Ecologica

Brescia. La crisi climatica è anche una crisi dei diritti dei bambini ed in ogni parte del pianeta rappresenta una minaccia per la loro salute fisica e mentale, mettendone a rischio la sopravvivenza e lo sviluppo.
Le bambine e i bambini non sono al sicuro, se non invertiamo subito la rotta, a cominciare da piccoli gesti e scelte quotidiane. Attualmente, 1 miliardo di bambini tra i più vulnerabili nel mondo è a rischio per le conseguenze dei cambiamenti climatici. La crisi sta accelerando e presto questa situazione potrebbe riguardare tutti i bambini e gli adolescenti.
Per questo motivo, nel 2021 Unicef ha inserito la tutela dell’ambiente tra le sue priorità, lanciando nel 2021 la campagna “Cambiamo Aria”, rilanciata nel 2022 con una nuova mobilitazione in tutta Italia dal 22 aprile, Giornata mondiale della Terra, al 27 maggio, anniversario della ratifica da parte dell’Italia della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
Nell’ambito della Campagna Ambiente di Unicef a Brescia è in programma il coinvolgimento diretto dei minori e delle loro famiglie nella riscoperta del loro territorio, fondamentale per il benessere. Per questo, domenica 22 maggio, Giornata mondiale della Biodiversità, il Comitato di Brescia promuove la Passeggiata del Benessere, con il patrocinio del Comune di Brescia, il Cai-sezione di Brescia, la collaborazione di Coda e dei consigli di quartiere Badia, Urago Mella, Chiusure. Sponsor dell’iniziativa è la Centrale del latte, che offrirà la merenda per i partecipanti.
L’iniziativa consiste in una una passeggiata nel bosco di Sant’Anna – Parco delle Colline, per bambini e bambine della scuola primaria accompagnati dalle famiglie. I volontari guideranno i partecipanti lungo il percorso ad anello del Bosco di Sant’Anna, accessibile anche a persone ipovedenti grazie alla segnaletica in braille. L’obiettivo è soprattutto quello di stimolare la curiosità e lo spirito di osservazione dei bambini, attraverso attività che li metteranno a contatto diretto con la natura.
Il punto di ritrovo è l’ingresso al parco di via del Santellone, alle 9,30. Dopo una breve presentazione delle realtà coinvolte, si partirà con l’esplorazione del Bosco, che si concluderà verso le 12 nella zona dello stagno. Qui ai bambini saranno distribuite delle schede, dove potranno disegnare o descrivere ciò che, a loro avviso, è positivo o negativo per il benessere. Le schede, accompagnate da un report sintetico curato da Unicef, saranno consegnate poi all’amministrazione, che potrà utilizzarle come spunto per rafforzare e migliorare la capacità di generare benessere del Bosco.
La partecipazione è gratuita. Per informazioni o segnalazioni di esigenze particolari, è possibile scrivere a passeggiata.unicefbrescia@gmail.com.

Il Comitato Unicef Brescia ha portato sul territorio provinciale la campagna anche attraverso un’altra iniziativa, rappresentata dalla raccolta fondi attraverso i regali sostenibili dell’Unicef, ovvero la borraccia, la shopper e la penna biodegradabile, disponibili presso il negozio di via San Faustino 83/B.
Sceglierli significa sostenere il progetto “Scuole di Plastica”, che Unicef sta portando avanti in Costa D’Avorio. Con questo progetto, l’Unicef , in collaborazione con l’azienda sociale colombiana “Conceptos Plasticos”, sta riciclando tonnellate di rifiuti di plastica – dagli incarti delle caramelle ai pneumatici – trasformandoli in mattoni utili per costruire delle scuole moderne e sicure. In questo modo, si uniscono tre obiettivi: tutela dell’ambiente, liberato dai rifiuti di plastica attraverso un efficace sistema di riciclo; diritto all’istruzione a migliaia di bambine e bambini che in Costa D’Avorio sono penalizzati dalla carenza di aule e dalle grandi distanze che sono costretti a percorrere per poter raggiungere la scuola più vicina; lotta alla povertà le famiglie, attraverso il coinvolgimento delle donne nel processo di riciclo della plastica.
Fino ad ora, grazie al riciclo della plastica abbandonata nelle discariche a cielo aperto della capitale della Costa d’Avorio, Abidjan, Unicef  ha costruito più di 200 classi capaci di contenere 8.400 bambini. L’obiettivo è quello di arrivare a realizzarne più di 500, anche se ne servirebbero 15 mila per assicurare una istruzione di qualità a tutti i bambini del paese ivoriano. Per avere ulteriori informazioni e prenotare i regali solidali, basta scrivere a comitato.brescia@unicef.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.