Quantcast

Depuratore, “Bene mozione congiunta, serve percorso condiviso”

Lo afferma, in una nota, Barbara Mazzali, consigliere regionale di Fratelli d’Italia che ha sottoscritto il documento del Pirellone che chiede di rivedere il progetto di depurazione delle acque reflue del Garda.

(red.) “Il territorio è molto soddisfatto dell’approvazione ieri in Consiglio regionale della mozione congiunta “Progetto di depurazione del lago di Garda”, che ho firmato”. Lo afferma, in una nota, Barbara Mazzali, consigliere regionale di Fratelli d’Italia.

“Ne ho discusso con i rappresentanti di Fratelli d’Italia: Gianpaolo Natali, capogruppo in Consiglio comunale di Brescia, Pietro Avanzi, assessore al bilancio a Desenzano del Garda, e Cristina Almici, vicesindaco di Bagnolo Mella. E’ anche attraverso il confronto con i rappresentanti sul territorio che noi consiglieri regionali possiamo capire le esigenze e fare le scelte giuste per i cittadini”.

La mozione impegna la Giunta regionale a sollecitare il Governo perché valuti soluzioni alternative al progetto attuale del sistema di depurazione fognaria per i comuni del lago di Garda.
Il progetto (per 230 milioni di euro) a oggi prevede la costruzione di due nuovi depuratori a Gavardo e Montichiari e lo scarico nel fiume Chiese, che tocca molti comuni del Bresciano.

“Regione Lombardia”, continua Mazzali, “chiederà al Governo di rivedere le decisioni e procedere con un percorso condiviso. E per “condiviso” intendo non solo tra Governo e Regione ma anche tra esponenti delle istituzioni locali, che sono quotidianamente impegnati per il benessere del loro territorio. C’è tanto da lavorare, ma l’approvazione della mozione in Regione dimostra che c’è volontà da parte di tutti di farlo”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.