Quantcast

Stagione venatoria al via, cacciatori in calo

Domenica 19 settembre via libera (con restrizioni) alle doppiette bresciane. In calo il numero dei cacciatori e, anche, dei prelievi consentiti.

Più informazioni su

(red.) Prende il via nel bresciano la stagione venatoria 2021/2022. Il 19 settembre apre la caccia: come in altre regioni d’Italia, quest’anno non c’è stata la preapertura (come spesso avvenuto in Valle d’Aosta, Liguria e gran parte della Lombardia e, quest’anno anche in Lazio, Campania e Umbria.

In queste ultime tre regioni, infatti, le amministrazioni locali hanno deciso di non autorizzare l’apertura anticipata per i problemi legati alla Tortora.

A Brescia  le specie cacciabili saranno: Cornacchia grigia, Cornacchia nera, Gazza e Ghiandaia e potranno essere cacciate nei giorni nei giorni 2, 5, 9, 12 e 16 settembre fino alle ore 13 ed esclusivamente nella modalità d’appostamento. Per il resto delle giornate di caccia il prelievo riguarderà quaglia, allodola, tortora, pernice bianca, moriglione e pavoncella.

Intanto, i numeri dicono che, a Brescia, è calato il numero delle doppiette: il 4% in meno rispetto allo scorso anno.

La sentenza del  Tar dell’ottobre scorso ha sospeso il prelievo in Alto Garda, Valcamonica e Zone di protezione speciale di Rete natura 2000.

Appello della Provincia di Brescia rivolto ai cacciatori per il rispetto delle regole e annuncio dei controlli da parte delle guardie venatorie.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.