Quantcast

Montirone, l’Onda Bianca ancora in piazza

Il "Comitato Bitumificio? No grazie" si è ritrovato, ad un anno di distanza, a fare il punto sulla situazione e a chiedere un confronto politico.

(red.) A Montirone (Brescia) è scesa nuovamente in strada l’Onda bianca di cittadini che si battono per un territorio libero da inquinamento e da cementificazione.

Martedì 20 luglio, Marco Girelli, presidente del “Comitato Bitumificio? No Grazie”, ha informato i cittadini sulle varie tappe combattute per difendere il territorio di Montirone, alcune vinte, altre ‘pareggiate’, altre ancora in corso: bitumificio, piano cave, bonifica di siti inquinati, gli argomenti trattati.

Nel frattempo a Montirone, dopo le dimissioni di sei componenti della maggioranza e dei consiglieri dell’opposizione, che hanno provocato la caduta del sindaco eletto solamente due anni fa, con il conseguente provvedimento di commissariamento del comune, si stanno formando le nuove liste per le nuove elezioni comunali che si terranno probabilmente tra la fine di settembre e i primi di ottobre.

comitato onda bianca bitumificio

A tal proposito il presidente del “Comitato Bitumificio? No Grazie”, ha avanzato la proposta di un confronto con, e tra, i futuri candidati sindaco, da tenersi in pubblico e con diretta streaming, durante il quale verranno poste delle domande sui programmi elettorali in merito alle questioni ambientali e della tutela del territorio comunale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.