Quantcast

Laghi inquinati, “Procura e Arpa intervengano”

Lo chiede il Codacons, che definisce "scioccanti" i dati relativi al report di Legambiente sui bacini lacustri lombardi.

(red.) “Scioccante per i dati che sono stati rivelati, l’indagine di Legambiente Lombardia, che su 32 punti analizzati relativi ai laghi della regione, nove sono risultati “fortemente inquinati” e altri quattro “inquinati”.

Nel bresciano, sotto la lente degli ambientalisti il lago di Iseo e il Garda.

Lo afferma, in una nota, il Codacons che rimarca come “quasi un terzo dei laghi analizzati sono risultati inquinati, con tutto ciò che ne consegue per i consumatori; situazione che si somma alla piaga dei rifiuti abbandonati sulla spiaggia (plastica, mozziconi di sigaretta ecc.)”.

“Quello che si sta facendo per preservare il nostro ambiente, uno dei più belli del mondo, non è purtroppo sufficiente, e lo dimostrano i dati che circolano da queste indagini”, continua l’Associazione consumatori. “Laghi, spiagge e lidi inquinati minano fortemente il turismo, così come rischiano di mettere in pericolo la salute dei cittadini”.

“Per questo motivo2 annuncia il presidente nazionale del Codacons, Marco Donzelli, ” chiediamo l’intervento sia dell’Arpa sia della Procura della Repubblica affinché si indaghi su quanto indicato nel report, e si tuteli la salute della collettività e l’ambiente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.