Quantcast

Caso Wte, minoranze unite: pressing sui Comuni

Un manifesto, trasversale alla politica, unisce i consiglieri di minoranza nel chiedere alle amministrazioni azioni contro eventuali illeciti ambientali.

Più informazioni su

(red.) Il caso Wte, ovvero lo spandimento di gessi e rifiuti tossici sui campi agricoli nel bresciano, unisce trasversalmente i comuni di colori politici differenti. E’ stato infatti sottoscritto da diverse minoranze consiliari un manifesto intitolato “Per un ambiente più sano in un territorio più consapevole” e si propone di spingere le amministrazioni locali ad intraprendere azioni sulla spinta di mozioni avanzate dalle minoranze.

Aderiscono al documento le forze di opposizione di Remedello (gruppo Direzione Progresso), Calvisano (Insieme per Calvisano), Carpenedolo (Insieme per Carpenedolo), Montichiari (Pd, Comitato civico Montichiari, Area civica monteclarense, Moderati centrodestra),Ghedi (Indipendenti, Costruire la comunità, Insieme per Ghedi, Progetto democratico), Lonato (Lista civica Paola Comencini, Progetto Lonato, Obiettivo Lonato, Pd), Pontevico (Unire Pontevico), Calcinato (Calcinato in patto 2.0) ed i consiglieri del comune mantovano di Asola (Asola impegno comune).

Tra le proposte del manifesto c’è quella di un avviso pubblico per invitare le  aziende agricole a mappare i terreni su cui , dal gennaio 2018, potrebbero essere stati sversati i gessi di defecazione della Wte, intensificare i controlli delle forze dell’ordine, richiamare gli stessi cittadini ad una vigilanza attiva  su eventuali carichi maleodoranti provenienti da mezzi in transito, anche in orari non abituali, e un appello alle amministrazioni comunali a costituirsi parte civile, in caso di sversamenti illeciti sul territorio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.