Quantcast

Fanghi tossici, Leno mappa le aziende agricole

Appello del sindaco Tedaldi agli agricoltori perchè forniscano documentazione sull'eventuale spandimento delle sostanze inquinanti sui loro terreni.

(red.) Dopo il Comune di  Lonato del Garda  che ha “blindato” 20 ettari di terreno potenzialmente inquinati dai fanghi tossici della Wte, vietando l’accesso alla persone nonchè la coltivazione ed il consumo dei prodotti , anche l’amministrazione di Leno, nella Bassa, si è attivata per cercare di “mappare” nel modo più preciso possibile, i terreni eventualmente contaminati.

“Nell’interesse della comunità e della propria azienda, si chiede la collaborazione a tutte le aziende agricole di Leno”, si legge in un avviso pubblico sul sito istituzionale del Comune guidato dal sindaco  Cristina Tedaldi a, “a fornire informazioni utili alla mappatura di terreni su cui sia avvenuto lo spandimento di gessi di defecazione da fanghi da parte della ditta WTE srl, a decorrere dal 01/01/2018 fino ad oggi”.

Il riferimento temporale non può tenere conto degli eventuali sversamenti successivi ma è comunque un punto di partenza per cercare di ricostruire, in quel lasso di tempo, quali e quanti inquinanti siano stati rilasciati nei campi.

Non solo, l’amministrazione comunale fa appello direttamente alle cinque aziende agricole direttamente coinvolte nello scandalo ambientale perchè fornissero tutti i dati a loro disposizione in questa vicenda in cui gli agricoltori risultano parte lesa.

L’appello del sindaco Tedaldi è quello di prendere direttamente contatto ” con l’Ufficio Ambiente del Comune di Leno – Arch. Chiara Zanola allo 0309046301″.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.