Quantcast

Clima: Fridays For Future presenta la campagna Brescia Al Passo Coi Tempi

Dalle 16 alle 18 in piazza Paolo VI in città, iniziativa a sostegno del rispetto degli impegni presi a Parigi nel 2015.

Più informazioni su

(red.) Sono passati due anni dal primo Sciopero Mondiale per il Clima in cui milioni di cittadini in tutto il mondo sono scesi in piazza per chiedere alla classe politica un decisivo cambio di passo per affrontare la crisi climatica in atto. “Da quel giorno, sono stati compiuti dei passi che segnalano una timida volontà di andare nella direzione giusta ma che si rivelano, ad oggi, ampiamente insufficienti per rispettare gli obiettivi degli accordi di Parigi del 2015 da loro stessi sottoscritti”. Fridays For Future Brescia invita tutti i cittadini interessati alla Giornata Mondiale per il Clima di questo venerdì 19 marzo, che vedrà il comitato nuovamente in piazza al grido di #BastaFalsePromesse, ma soprattutto per il lancio in anteprima assoluta della campagna Brescia Al Passo Coi Tempi (già sostenuta da diverse realtà del territorio).
“Abbiamo usato l’espressione ”timida volontà” non a caso, ma proprio perché le azioni intraprese fino ad ora si sono mostrate troppo poco incisive per riuscire a garantire il raggiungimento dei target per evitare un innalzamento della temperatura media globale al di sopra dei 1.5 gradi.
Nell’ultimo anno la pandemia ha sconvolto il mondo per come lo conoscevamo e ha richiamato l’attenzione di
tutti sul problema sanitario. Noi sappiamo, però, che crisi sanitaria e crisi climatica sono legate a filo doppio e
che il dramma della pandemia ci impone l’obbligo politico di rivedere profondamente il nostro legame con la
biosfera e il nostro modello di sviluppo.
Una enorme opportunità per iniziare a modificare davvero un sistema che si sta dimostrando fallimentare e pericoloso è il Next Generation EU che, facendo fede al nome che porta, deve essere improntato a garantire una vita dignitosa e prospera alle giovani e future generazioni. Ma sarà possibile solo se gli investimenti prenderanno in maniera decisa e incisiva la via del sostegno alle energie rinnovabili e alla riconversione del settore agricolo.

 

Scenderemo ancora una volta in piazza il 19 Marzo dalle 16 alle 18 per far sentire la nostra voce e spronare la classe politica a compiere passi decisivi e finalmente in linea con gli Accordi di Parigi! Abbiamo già sentito tante parole, e tante promesse. É venuto il momento delle azioni.
L’evento sarà inoltre l’occasione per annunciare la nuova campagna “Brescia al Passo coi Tempi”, appoggiata già da diverse realtà locali, tra cui spicca l’Università degli Studi di Brescia, il cui Rettore, Maurizio Tira, interverrà nel corso dell’evento.
La campagna si pone come obiettivo quello di proiettare Brescia verso un futuro all’insegna del progresso e della sostenibilità in vista del 2023 quando sarà, insieme a Bergamo, Capitale europea della Cultura. Vogliamo raccogliere 15mila firme, come le persone scese in piazza nell’ultimo vero Sciopero per il Clima pre-pandemia, a settembre 2019. Per il disvelamento del logo e maggiori dettagli vi invitiamo a presentarvi in Piazza Paolo VI venerdì!”.

 

Note sulla sicurezza: “Siamo ben consapevoli della drammaticità del periodo che stiamo vivendo e nel rispetto dei sacrifici di tutti, abbiamo preso delle precauzioni volte a evitare qualsiasi rischio di contagio. Nello specifico, come per la manifestazione dell’ottobre scorso:
– abbiamo scelto un luogo ampio e aperto, in modo da consentire un distanziamento tra le persone superiore al
metro
– i posti a disposizione saranno massimo 200, ben segnati a terra
– raggiunto il limite massimo allontaneremo eventuali partecipanti “in eccesso”
– controlleremo che distanza interpersonale e corretto utilizzo della mascherina siano rispettati
– forniremo gel igienizzante e mascherine a chi ne fosse sprovvisto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.