Aria malata, anche nel bresciano scattano le misure di primo livello

Da oggi stop ai veicoli diesel fino ad euro 4 dalle 8,30 alle 18,30. Limitazioni anche al riscaldamento e in agricoltura.

(red.) In provincia di Brescia, ma in generale in tutta la Lombardia, non bastava l’alta diffusione del contagio da Covid-19. A questo, infatti, si aggiunge purtroppo anche la qualità dell’aria malsana che ha portato la Regione a introdurre a partire da oggi, martedì 23 febbraio, misure temporanee antismog di primo livello. A Brescia, insieme a Cremona, Mantova, Lodi e Bergamo, il limite di 50 microgrammi per metrocubo di polveri sottili pm10 nell’aria è stato superato per il quinto giorno consecutivo.

Per questo motivo da oggi scattano le misure temporanee di primo livello attive sul traffico nei comuni con più di 30 mila abitanti e in quelli aderenti su base volontaria in fascia 1 tra i 209 Comuni lombardi e in fascia 2 tra i 361 Comuni. La misura principale prevede il divieto di utilizzo delle auto di classe fino ad euro 4 diesel dalle 8,30 alle 18,30 e comprese quelle dotate di filtro antiparticolato. Per questo, si incentiva all’uso dello smart working.

Per quanto riguarda il riscaldamento e l’agricoltura, c’è il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici a biomassa legnosa, se c’è un altro impianto di riscaldamento alternativo, con emissioni inferiori o uguali a 3 stelle e il limite delle temperature all’interno degli edifici è 19°C, con tolleranza di 2°C. Divieto anche di spandimento dei reflui zootecnici, salvo iniezione diretta o interramento immediato. Vietato anche qualsiasi fuoco all’aperto di residui vegetali, falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio. Queste misure resteranno in vigore fino a quanto i livelli di polveri sottili non caleranno al di sotto dei limiti e anche con il favore del meteo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.