Smog rientra nei limiti, revocate anche a Brescia misure di primo livello

Per due giorni consecutivi le polveri al di sotto dei limiti. Dopo tre giorni le limitazioni sono state rimosse.

(red.) Sono durate tre giorni le misure temporanee di primo livello scattate a livello regionale martedì 17 novembre sul fronte dello smog a causa del superamento del limite delle polveri sottili per quattro giorni consecutivi. Ma da oggi, venerdì 20 novembre, le stesse misure che hanno riguardato anche Brescia città sono state revocate. Per due giorni consecutivi, infatti, i valori medi di pm10 sono stati al di sotto del limite.

Le misure temporanee di primo livello riguardano, nei Comuni con più di 30 mila abitanti, il riscaldamento domestico, il divieto di spandimento di liquami zootecnici e delle combustioni all’aperto e divieto di sostare con il motore acceso dei veicoli.

Sospese, invece, le misure temporanee sul traffico e anche le limitazioni temporanee per i veicoli euro 4 diesel visto il periodo di emergenza sanitaria. Anche le previsioni metereologiche, con la pioggia e il vento della notte di giovedì 19 novembre nel bresciano, hanno contribuito a disperdere gli inquinanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.