Smog, a Brescia scattano le prime misure. Ma non sul traffico

Nessuno stop per i veicoli diesel euro 4. Limiti scattano al riscaldamento, ai liquami zootecnici e ai fuochi all'aperto.

(red.) A partire da oggi, martedì 17 novembre, in tutto il bacino padano e anche a Brescia città, l’unica con più di 30 mila abitanti che ha aderito, scatteranno le misure di primo livello sul fronte dell’inquinamento da smog. Infatti, dopo che l’Arpa ha segnalato come “molto scarsa” la qualità dell’aria in città nel fine settimana appena trascorso, le centraline della stessa agenzia regionale per la protezione dell’ambiente hanno certificato il superamento, per quattro giorni consecutivi, dei 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili nell’aria.

Tuttavia, considerando il fatto che la Lombardia – quindi anche Brescia – si trova in zona rossa a causa della seconda ondata della pandemia in corso da Covid-19, le limitazioni non riguarderanno tanto il traffico privato. Infatti, non c’è alcun blocco per i veicoli euro 4 diesel. Le limitazioni puntano, invece, ad abbassare il riscaldamento di un grado, il divieto di spandimento di liquami zootecnici e quello di combustioni all’aperto (come barbecue e fuochi d’artificio). Ma nel fine settimana è previsto lo stop ai diesel euro 0, 1, 2 e 3.

Dal punto di vista dell’inquinamento durante quest’anno, nonostante il lockdown, Brescia ha già superato i 35 giorni concessi per superare il limite di 50 microgrammi. E secondo uno studio dell’Università degli Studi di Brescia, riportato dal Giornale di Brescia, la prima causa non è il traffico, ma sono il riscaldamento e le industrie. Dal punto di vista della circolazione stradale, quindi, come disposto dalla Regione Lombardia per favorire il trasporto privato rispetto ai mezzi pubblici a rischio assembramento, le misure di primo livello incideranno in misura minore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.