Bonifica ex Metalli Capra, Lega interroga ministro sui fondi non arrivati

Il Carroccio vuole capire dove siano finiti i fondi. E domani una conferenza dei servizi tratterà proprio il tema.

(red.) Su tutto il territorio della provincia di Brescia sono presenti numerosi siti inquinati che hanno bisogno di essere bonificati e risanati. E spesso si parla di vecchie discariche non più utilizzate. Tra queste c’è anche l’ex Metalli Capra di Capriano del Colle che viene ritenuta una delle priorità. Su questo sito e altri cinque considerati più urgenti da risanare, il Ministero dell’Ambiente aveva deciso di stanziare fondi per oltre 5 milioni di euro. Ma si parla di risorse che al momento non sono ancora arrivate.

Per questo motivo la Lega, come riporta il Giornale di Brescia, ha annunciato un’interrogazione in Parlamento al ministro dell’Ambiente Sergio Costa per capire dove siano finiti questi fondi promessi. I parlamentari bresciani del Carroccio, guidati da Simona Bordonali, solleveranno il tema. E proprio domani, giovedì 17 settembre, se ne parlerà in occasione di una Conferenza dei servizi chiesta dalla prefettura che nel frattempo ha messo in campo un progetto da 6,5 milioni di euro per mettere in sicurezza la ex Metalli Capra.

Da Brescia a Castel Mella sono diversi i Comuni che si erano visti promettere i fondi per mettere mano a vari risanamenti da sostanze radioattive. Tuttavia, la Lega sottolinea anche come alcuni siti, come la ex Rivadossi di Lumezzane e le Acciaierie Veneto di Sarezzo non abbiano ricevuto alcun finanziamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.