Montichiari, smaltisce liquami in un canale: denunciato

Un agricoltore si era liberato dei resti in eccesso visto che le sue vasche in azienda erano ormai troppo piene.

(red.) Le vasche di liquami nella sua azienda agricola di Montichiari, nella bassa bresciana, erano ormai colme fino all’orlo. E così il titolare agricoltore aveva deciso di stoccare altri liquami in eccesso lungo un canale all’altezza della Fascia d’Oro. L’episodio risalirebbe a cavallo tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, ma gli operai della Provincia di Brescia hanno notato quel fenomeno lo scorso mercoledì 12 febbraio.

Erano impegnati nella pulizia di una roggia proprio in quell’area del paese e quando hanno verificato, anche dall’odore, la presenza di quei liquidi sospetti hanno subito denunciato la situazione agli agenti della Polizia Locale.

E questi, grazie a una serie di immagini riprese dalle telecamere, sono riusciti il giorno successivo, giovedì, a raggiungere l’agricoltore. Messo di fronte all’evidenza dei fatti – in questo periodo non si possono spandere liquami nei terreni ma devono restare nelle vasche – per l’agricoltore è scattata una denuncia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.