Quantcast

Borgo San Giacomo, taglio abusivo di alberi nel parco Savarona

Sfruttando la chiusura della strada per la manutenzione degli argini lungo la Fiumara, diverse piante tagliate.

(red.) Può essere considerato un vero e proprio scempio ambientale quello condotto nelle ore precedenti a venerdì 24 gennaio all’interno del parco della Savarona tra Padernello e Motella, in territorio anche di Borgo San Giacomo, nella bassa bresciana. Sul posto la strada di accesso verso San Paolo era stata chiusa al traffico per consentire la manutenzione degli argini lungo la Fiumara. Ma qualcuno, come dà notizia il Giornale di Brescia, ha condotto un pesante abusivo taglio di alberi.

Una quasi deforestazione che ha cambiato il paesaggio attraversato da tempo anche dai turisti che raggiungono il castello di Padernello. Dell’accaduto è stato informato il sindaco di Borgo San Giacomo Giuseppe Lama che ha inviato sul posto le guardie del Parco dell’Oglio Nord con gli agenti della Polizia Locale e anche le guardie ecologiche della Polizia provinciale.

Si tratta di 1,5 chilometri di area interessata dal taglio e che ha riguardato diversi tipi di alberi senza alcuna distinzione, addirittura anche secolari. Ma non solo, perché nel mirino sono finite anche diverse essenze, mentre parte degli animali, soprattutto volatili, che animavano questa zona sono rimasti senza basi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.