Lumezzane, cattivi odori dal Gobbia. E’ partita una denuncia

Il presunto colpevole, pare un'azienda, è stato deferito all'autorità giudiziaria. Ora si attendono sviluppi.

(red.) Gli odori nauseabondi che lunedì 13 gennaio hanno provocato fastidi e malori tra alcuni residenti a Lumezzane, in Valtrompia, nel bresciano e provenienti dal torrente Gobbia hanno portato ad alcuni sviluppi. Infatti, il sindaco Josehf Facchini ha sottolineato di una denuncia sporta a carico di un presunto colpevole di quei miasmi che, partiti dal corso d’acqua, hanno raggiunto i residenti e lavoratori a distanza di alcuni chilometri.

Con la denuncia, pare emessa a carico di un’azienda e con l’accusa di smaltimento illecito di rifiuti, ora sarà la magistratura a valutare la posizione dell’indiziata. E il primo cittadino ha anche annunciato una conferenza stampa nei prossimi giorni in cui sarà esaminata meglio la vicenda.

A questo si aggiunge il fatto che giovedì 16 gennaio il corso d’acqua era stato interessato da un altro fenomeno di inquinamento e portando alla formazione di una schiuma bianca. Un episodio che ha indotto la Polizia Locale a fermare e sanzionare un individuo che era stato beccato a pulire nel Gobbia alcuni arnesi sporchi anche di pitture.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.