Siti contaminati da scorie, oltre 5 milioni in arrivo nel bresciano

Ma tra i destinatari non compare una delle più grandi discariche come la Raffineria Metalli Capra di Capriano.

(red.) Dal Ministero dell’Ambiente sono in arrivo finanziamenti destinati alla messa in sicurezza di alcuni siti industriali contaminati da rifiuti radioattivi come il Cesio. E tra gli interessati ci sono anche siti bresciani. Alla provincia giungeranno poco più di 5 milioni di euro nell’ambito della Finanziaria, ma non riguardano tutte le realtà per le quali la prefettura aveva fatto richiesta. La grande esclusa, per esempio, è la Raffineria Metalli Capra di Capriano del Colle, oltre alle Acciaierie Venete di Sarezzo e alla Rivadossi Raffineria Metalli di Lumezzane.

A proposito della Raffineria Capra, ai piedi del Montenetto, ci si sta occupando di svuotare i pozzi di percolato nell’ambito di un piano di bonifica. Mentre ai siti di Sarezzo e Lumezzane i rifiuti radioattivi sono da tempo messi in sicurezza in un bunker in cemento armato e in attesa di finire in un deposito unico nazionale ancora non aperto. L’obiettivo dei finanziamenti del ministero è quello di mettere in sicurezza le realtà dove sono presenti rifiuti contaminati da sostanze radioattive dopo fusioni accidentali e che possono creare dei problemi a livello di salute pubblica.

Nel bresciano a ricevere i fondi, tra gli altri, saranno la ex Piccinelli di Buffalora. Qui erano state trovate 1.800 tonnellate di scorie contaminate da Cesio 137 in una vecchia cava di sabbia. Le altre realtà interessate sono la Service Metal Company di Mazzano, la IRO di Odolo e l’Alfa Acciai di San Polo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.