Milioni da Roma per il cesio nelle cave bresciane

Ieri in prefettura si è riunito il tavolo tecnico per definire la domanda per l'ex cava Piccinelli. Anche altri otto siti della provincia potrebbero accedere.

(red.) Il territorio della provincia di Brescia potrebbe incassare milioni di euro per bonificare i rifiuti radioattivi e contaminati da cesio 137 nelle varie cave. E’ emerso ieri, mercoledì 18 settembre, durante un tavolo tecnico convocato in prefettura per definire la richiesta di finanziamento al Ministero dell’Ambiente e con cui ripulire la discarica ex Piccinelli di Brescia. Alla riunione hanno partecipato anche Ats, Arpa e il Comune in vista di raccogliere tutta la documentazione necessaria e poi di ritrovarsi lunedì prossimo 23 settembre al tavolo anche per gli aggiornamenti sul pano di messa in sicurezza.

Sarà l’ultimo giorno decisivo visto che le domande di finanziamento a livello nazionale devono essere presentate entro il 30 settembre. E c’è di più a favore di Brescia, perché lo stesso ministero ha informato del fatto che altri otto siti potrebbero accedere agli stessi finanziamenti. Sono la discarica Capra di Capriano del Colle, la raffineria Metalli Capra di Montirone, la Service Metal Company di Mazzano, la raffineria Metalli Capra di Castelmella, l’Iro di Odolo, l’Alfa Accia di Brescia e le Acciaierie Venete di Sarezzo.

In ogni caso, si fa riferimento solo ai rifiuti radioattivi e non all’intero complesso. A proposito della Piccinelli, si tratta di una vecchia cava di sabbia e ghiaia risalente agli anni Novanta e affittata ai primi anni 2000 a una fonderia che qui ha stoccato scorie di ogni genere. Ora dallo Stato centrale potrebbe arrivare una risposta definitiva per pulire la parte più pericolosa della discarica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.