Quantcast

Muscoline, in 600 in strada contro il depuratore

Ieri i rappresentanti di associazioni e Comuni, guidati dal sindaco Comaglio, hanno manifestato per chiedere un'altra posizione dove piazzare l'impianto.

Più informazioni su

(red.) Nella giornata di ieri, domenica 25 novembre, in 600 sono scesi in piazza a Muscoline, nel bresciano, per manifestare contro il progetto di realizzazione di un depuratore nel paese valsabbino. Un impianto che Acque Bresciane vorrebbe costruire sul posto per pulire i reflui della sponda bresciana del lago di Garda. Una situazione che mette in apprensione non solo i paesi della valle, ma anche quelli che si trovano lungo il fiume Chiese, destinatario dell’acqua depurata come sarebbe nei programmi. Ma oltre alla protesta è stata anche presentata una raccolta di firme con cui si chiede di visionare lo studio tecnico scritto da Giorgio Bertanza dell’Università di Brescia e che indica in Muscoline il territorio ideale.

Uno dei motivi contro il “deturpatore”, come viene chiamato in queste zone, è il fatto che la presenza dei tubi dell’impianto potrebbero provocare dei danni alle colline, quindi alla produzione di olio e vino. Secondo le intenzioni del progetto, il depuratore dovrebbe estendersi per 26 mila metri quadrati a Muscoline, o in alternativa nella vicina Gavardo. E dopo la protesta di ieri, a partire dal sindaco Davide Comaglio, fanno sapere di essere pronti anche ad azioni più incisive. Nel frattempo i dodici Comuni contrari alla depurazione nel piccolo paese valsabbino e agli scarichi nel Chiese porteranno in Consiglio una mozione per impedire la costruzione dell’impianto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.