Garda rosso a Desenzano. Colpa di alghe e scarichi

Il 20 ottobre si era presentato il fenomeno a Rivoltella come a giugno. Risultati dell'Arpa: essenze acquatiche alimentate anche da detersivi e inquinanti.

Più informazioni su

(red.) Da una parte le alghe che si sono formate a causa delle alte temperature e dall’altra gli scarichi hanno portato una parte del lago di Garda a presentarsi con una chiazza rossa. Era il 20 ottobre quando a Rivoltella, a Desenzano, nel bresciano, davanti alla spiaggia della Madonnina era emerso il particolare fenomeno muovendo sul posto i tecnici dell’Arpa per raccogliere dei campioni da analizzare. E nelle ore precedenti a martedì 13 novembre sono arrivati i risultati.

In pratica, un episodio molto simile a quanto era accaduto lo scorso giugno alla Spiaggia d’Oro. Si tratta di una fioritura anomala di alghe dovuta alla temperatura sempre più alta del Garda, ma anche agli scarichi civili e non solo, compresi quelli abusivi. Di conseguenza l’inquinamento (soprattutto da detersivi) avrebbe portato a moltiplicare le essenze acquatiche e a rendere rossa una parte del bacino del Benaco. Sul Garda, tra l’altro, sono conosciuti i 48 scarichi a lago su Desenzano, ma è nuova la situazione delle alghe dovute al cambiamento del clima.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.