Malonno, depuratore per alta Valcamonica

Pubblicato il bando da quasi 4 milioni di euro. I lavori inizieranno nei primi del 2019 e dovrebbero terminare a inizio 2021. Servirà anche Edolo e Sonico.

Più informazioni su

(red.) L’alta Valcamonica, nel bresciano, si avvia per dotarsi del depuratore. Si tratta di quello che verrà realizzato a Tabù di Malonno e che servirà, oltre al paese, anche quelli di Edolo e Sonico. Nelle ore precedenti a sabato 20 ottobre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara da quasi 4 milioni di euro per il primo lotto.

Entro il 30 novembre sono ammesse le offerte che saranno poi aperte il 4 dicembre con l’aggiudicazione dell’appalto. A carico del progetto c’è la società Servizi idrici Valle Camonica e il cantiere dovrebbe partire nei primi mesi del 2019. I lavori dureranno 630 giorni per allestire il depuratore, una stazione di sollevamento dei reflui, la strada di accesso all’impianto, un tratto di collettore a Malonno e un impianto per il trattamento biologico a Sonico. I cantieri dovrebbero terminare tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.