Targhe alterne verso la sospensione

L'ordinanza potrebbe essere annullata perchè si sono verificate condizioni "sufficienti" all'azzeramento della stessa. Una mail ai sindaci dei comuni dell'area critica.

(red.) Arieccoci. Tante discussioni, vertici, incontri e parole spese sull’emergenza Pm10, e poi l’ordinanza sulle targhe alterne, che sarebbero dovute entrare in vigore da sabato 28 gennaio a Brescia e nei comuni della cosiddetta “area critica” molto probabilmente salterà.
Perché? Come già anticipato da quiBrescia.it, dato che le condizioni meteo hanno portato un miglioramento nelle concentrazioni rilevate dalle centraline Arpa dislocate sul territorio cittadino e dell’hinterland, con altissima probabilità la disposizione verrà annullata.
In una mail inviata a tutti i sindaci dal settore Ambiente del comune di Brescia si legge che “vi siano elementi sufficienti per proporre di annullare l’applicazione del protocollo per quanto concerne le taghe alterne previste a partire da sabato p.v. e considerare il conteggio dei giorni di supero correttamente azzerato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.