Le rubriche di QuiBrescia.it - AMBIENTE & SALUTE

Garda, la riserva naturale Della Rocca passa al comune di Manerba

La decisione è stata presa dal consiglio regionale della Lombardia martedì 26 maggio.

(red.) Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato, martedì 26 maggio, la legge di revisione normativa ordinamentale. Tra le norme approvate risulta anche la modifica alla legge regionale 28 riguardante la Riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette. La novità introdotta riguarda la “Riserva Naturale Della Rocca, del Sasso e parco lacuale” che passa in completa gestione al Comune di Manerba del Garda.

“Si tratta di una decisione che va nella migliore delle direzioni, assicurando alla nostra comunità la responsabilità di tutelare con la massima cura un patrimonio ambientale e culturale di enorme pregio – ha dichiarato il sindaco di Manerba del Garda Flaviano Mattiotti. – Per la nostra amministrazione era fondamentale garantire che la gestione della Riserva Naturale e del Parco fosse il più possibile vicina alle reali esigenze del territorio, in considerazione della profonda vocazione di salvaguardia della natura che ci caratterizza e per dare un riconoscimento alla ferma volontà dei tanti manerbesi che, nel corso degli anni, hanno operato al fine di poter vedere riconosciuta l’unicità della Rocca di Manerba, uno dei luoghi simbolo più conosciuti e amati della regione gardesana. La gestione diretta da parte del comune sarà inoltre più funzionale al progetto di valorizzazione turistica che Manerba sta attualmente elaborando, con l’obbiettivo di elevare ulteriormente l’attrattività di quella che è una delle mete turistiche più importanti del lago di Garda e della Regione Lombardia. Un particolare ringraziamento all’assessore regionale Fabio Rolfi e al consiglio regionale per l attenzione  verso il nostro territorio”.

Una scelta di buonsenso che va nell’ottica di una autonomia territoriale che ci sta a cuore e di una valorizzazione di una riserva naturale straordinaria come quella della Rocca di Manerba. – ha dichiarato l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi – Abbiamo tenuto conto degli elementi di singolarità floro-faunistica, paesaggistica e archeologica esistenti nella riserva. La gestione completa ed esclusiva da parte del Comune di Manerba del Garda, e non più in maniera integrata con il Parco dell’alto Garda Bresciano, fornisce maggiori garanzie di valorizzazione e promozione dell’area. La Lombardia ha riserve naturalistiche straordinarie. Valorizzarle in maniera adeguata significa dare risposta anche a esigenze di tipo turistico che saranno sempre più stringenti anche a causa degli effetti economici del Covid. Molti Lombardi passeranno le proprie giornate di vacanza in Lombardia e la zona del Garda sarà tra le mete principali” conclude Rolfi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.