Siccità, la Lombardia pronta a chiedere lo stato di emergenza

E' l'annuncio del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Nel Bresciano la carenza d'acqua è pari a due volte quella contenuta nel lago d’Iseo.

Brescia. «Chiederemo sicuramente lo stato di emergenza» E’ l’annuncio del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana,  parlando del tema siccità.
«C’è già stata una richiesta a livello parlamentare della Lombardia. Penso sia una richiesta che andrà fatta congiuntamente – ha aggiunto il governatore – perché è una situazione drammatica per la Lombardia, il Piemonte, l’Emilia Romagna ma anche il Veneto».
«È una situazione estremamente delicata. Oggi (giovedì, ndr.) c’è un incontro tra l’assessore Sertori e i regolatori del servizio idroelettrico per cercare di concordare un rilascio maggiore di acqua», ha aggiunto Fontana dopo il campanello d’allarme lanciato nei giorni scorsi dall’Autorità distrettuale del Po sulla situazione di siccità in Piemonte e in Lombardia. «Sono preoccupato da parecchi mesi», ha aggiunto.

E la situazione nel bresciano non è delle migliori: la carenza d’acqua è pari a due volte quella contenuta nel lago d’Iseo. In Valsabbia la situazione più critica è quella registrata a Provaglio Valsabbia e Nave. Mentre sul Garda è oramai nota la situazione di criticità di Tremosine, dove disagi si sono registrati a a partire da domenica, con i rubinetti rimasti a secco e la necessità di intervenire con un’autobotte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.