Quantcast

Massardi (Lega): “Dalla Regione 3 milioni per progetti informativi nei settori agricolo e agroalimentare”

(red.) Regione Lombardia ha approvato i criteri del contributo per il “Programma di Sviluppo Rurale PSR 2014-2020” che finanzia la realizzazione di progetti che prevedono azioni dimostrative e/o di informazione nei settori relativi ai prodotti agricoli e agroalimentari. “Sono previsti 3 milioni di euro”, spiega il consigliere regionale e vicepresidente dell’VIII Commissione agricoltura, montagna, foreste e parchi Floriano Massardi (Lega), “da destinare a imprese e distretti agricoli, agli organismi di ricerca, ai tecnici dei settori agricolo e agroalimentare e agli enti gestori dei Siti Natura 2000 suddivisi secondo le seguenti attività: 2 milioni e 160mila euro per potenziare la redditività e la competitività delle aziende agricole tramite le tecnologie innovative; 420mila euro per ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura; 420mila euro di incentivo all’uso efficiente delle risorse per un’economia a basse emissioni di carbonio”.

Gli interventi riguardano diverse priorità e sono così individuati:
– innovazioni nella gestione delle coltivazioni e degli allevamenti;
– transizione ecologica e digitale per i giovani in agricoltura;
– ripristino di pratiche agronomiche vantaggiose per la valorizzazione della biodiversità;
– gestione sostenibile di aree agricole di particolare rilevanza ambientale, anche situate all’interno di Siti Rete Natura 2000 e di Aree Protette;
– difesa degli allevamenti e delle colture per la prevenzione dei danni provocati da fauna selvatica;
– buone pratiche agricole per la conservazione degli ecosistemi acquatici;
– razionalizzazione dell’utilizzo dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari;
– prevenzione dell’erosione dei suoli;
– efficientare l’uso dell’acqua con particolare riguardo alla stima dei fabbisogni irrigui salvaguardando il contenimento dei consumi energetici;
– ridurre le emissioni di gas a effetto serra e di ammoniaca prodotte dall’agricoltura;
– promuovere la conservazione e il sequestro del carbonio nei suoli agricoli.
“L’ammontare del contributo sarà pari all’80% per ogni intervento con un ammontare compreso tra i 40 e gli 80mila euro per progetti di informazione; la cifra sale a 200mila euro per quei progetti che comprendono azioni di informazione e dimostrazione. Le domande dovranno essere presentate, sul sito regionale bandi online, dal 20 gennaio fino al 27 aprile 2022. Con questa azione Regione Lombardia interviene in modo concreto per una sempre migliore sostenibilità, competitività e innovazione dei settori agricolo e agroalimentare lombardi”, conclude Massardi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.