Aeroporto, subito cargo. Ryanair nel 2018

Annuncio dalla Catullo e dal colosso irlandese dei voli. Nell'estate 2017 si punta sulle merci. Per i passeggeri potrebbero volerci quasi due anni.

Più informazioni su

(red.) I passeggeri bresciani che volessero prendere l’aereo senza dover raggiungere Bergamo, Milano o Verona, ma restando in provincia, potrebbero essere costretti ad aspettare fino al 2018. Per quell’anno, infatti, sono slittati i tempi (previsti inizialmente nell’estate 2017) per il possibile sbarco di Ryanair all’aeroporto Gabriele D’Annunzio di Montichiari. Di questo si è parlato martedì 20 settembre allo scalo Villafranca di Verona in occasione della presentazione delle nuove rotte del colosso irlandese verso Cagliari e Madrid. Lo ha comunicato il direttore delle vendite John Alborante, aggiungendo l’interesse di coprire buona parte degli aeroporti italiani, Brescia compresa. “Ma ci vorrà un po’ di pazienza” ha ammesso.
Al momento, quindi, da Montichiari restano aperti i voli con piccoli aerei della Windrose verso l’Ucraina e quelli estivi di Meridiana verso la Sardegna. Ma un dato è certo: dall’estate 2017 il rilancio partirà dal cargo, settore sul quale lo scalo bresciano è prevalente. La notizia è giunta dal presidente di Catullo, Paolo Arena, che gestisce l’aeroporto di Verona e ha ottenuto in concessione fino al 2053, dopo vari ricorsi, quello bresciano. Intanto, si sta definendo la società newco che sarà formata dall’80% di Catullo e 20% dei bresciani riuniti in Abem, con un consiglio di amministrazione a tre e guidato da un bresciano. Resta da valutare se la nuova realtà avrà in sub-concessione o in affitto l’aeroporto di Montichiari, visto che la titolarità è di Catullo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.