Catullo, azionisti danno via libera a Save

La società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia ha deliberato la vendita delle quote da parte del Comune di Villafranca a Save.

(red.) L’assemblea degli azionisti di Catullo Spa, società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia, ha deliberato il conferimento delle quote dei soci fondatori (Camera di Commercio, Comune e Provincia di Verona) e della Provincia di Trento alla newco Aerogest srl, e ha dato il benestare alla vendita delle quote da parte del Comune di Villafranca a Save.
Si tratta, sottolinea un comunicato di Catullo, di passi verso la nascita del sistema aeroportuale del Nord-Est, con l’ingresso di Save nel capitale di Catullo.
Il processo sarà completato al termine dell’operazione di aumento di capitale, la cui approvazione è all’ordine del giorno dell’assemblea straordinaria, che si riunirà il prossimo 30 luglio.
L’assemblea, inoltre, ha approvato il bilancio 2013, chiuso con una perdita di 3,2 milioni di euro.
Il trimestre aprile-giugno ha visto una crescita rilevante del traffico sui due scali: a Verona la movimentazione passeggeri è cresciuta del 4,9%, mentre l’aeroporto di Montichiari ha conseguito un aumento dell’11% delle merci gestite.
 «L’obiettivo dell’integrazione strategica tra Catullo e Save èpromuovere una gestione coordinata e sinergica degli aeroporti», spiegano da Verona, «attraverso l’apporto di soci privati, delle risorse e della massa critica necessarie per competere sul mercato internazionale, confermando il legame con il territorio e il ruolo di servizio nei confronti della comunità locale garantito dagli azionisti pubblici». A questo riguardo l’assemblea ha espresso l’insussistenza di impedimenti al conferimento delle partecipazioni societarie della Camera di Commercio di Verona, del Comune e della Provincia di Verona e della Provincia di Trento. Stesso discorso per la cessione, da parte del Comune di Villafranca, delle azioni della societa a Save Spa. Prossima tappa in scadenza è l’aumento di capitale, la cui approvazione e all’ordine del giorno dell’assemblea straordinaria in programma il 30 luglio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.