A2A, nuova linea di credito da 410 milioni di euro

La multiutility dei Comuni di Brescia e Milano ha sottoscritto una nuova linea di credito revolving Sustainability- Linked da 410 milioni di euro della durata di 3 anni.

Brescia. A2A, la multiutility dei Comuni di Brescia e Milano, ha sottoscritto una nuova linea di credito revolving Sustainability- Linked da 410 milioni di euro della durata di tre anni, collegata al raggiungimento di tre obiettivi in ambito Social e Governance.
La strategia di business del Gruppo prevede sia l’impegno per il net zero al 2040 sia l’attenzione al fattore sociale, in linea con le dimensioni della Just Transition Declaration. Il margine della nuova linea di credito è, infatti, legato ai target strategici social and governance che A2A ha definito nell’aggiornamento del proprio Piano Strategico presentato lo scorso gennaio.

Il primo obiettivo riguarda il tema della salute e della sicurezza e in particolare la riduzione dell’indice di frequenza infortunistica; il secondo è legato alle politiche di Sustainable Procurement, nello specifico l’aumento della percentuale dell’ordinato a fornitori valutati con indicatore ESG; infine, il terzo target concerne le pari opportunità con la riduzione del gap salariale tra uomini e donne (Gender Pay Gap). La linea prevede un meccanismo di aggiustamento del margine sia che A2A raggiunga i target prefissati (step down) sia nel caso in cui il Gruppo non raggiunga tali obiettivi di sostenibilità (step up).

Il risparmio dovuto al raggiungimento dei target o la potenziale penalità causata dal non raggiungimento andrà a beneficio delle comunità: l’importo verrà donato al Banco dell’energia Onlus, ente non profit promosso da A2A e dalle Fondazioni Aem, Asm e Lgh, nato per supportare coloro che si trovano in situazioni di fragilità economica e sociale, con particolare attenzione alla povertà energetica. Questa donazione non sostituirà ma sarà in aggiunta al tradizionale supporto del Gruppo nei confronti del Banco dell’energia.

“La Just Transition verso un mondo net zero implica la necessità di integrare nelle decisioni strategiche di business anche aspetti sociali come l’occupazione, il lavoro dignitoso e sicuro e la tutela delle comunità e dei territori in cui si opera, con l’obiettivo ultimo di non lasciare indietro nessuno” ha commentato Mauro Ghilardi, Head of People and Transformation di A2A. Banco dell’energia ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone in difficoltà attraverso la distribuzione di beni di prima necessità e il pagamento delle utenze, ma anche proponendo percorsi di reinserimento sociale e lavorativo insieme a corsi di educazione all’uso consapevole dell’energia e al suo risparmio.

La nuova linea di credito sostenibile ha visto protagonista CaixaBank nel ruolo di “Lead ESG Coordinator”, BBVA, BNP Paribas, Crédit Agricole CIB e Santander CIB nel ruolo di “ESG Coordinators”, Banca Nazionale del Lavoro nel ruolo di Facility Agent ed è stata sottoscritta da 6 primari istituti finanziari globali: BBVA, BNP Paribas, CaixaBank, Crédit Agricole CIB, Santander CIB (insieme nel ruolo di “Mandated Lead Arrangers” e “Bookrunners”) e Goldman Sachs Bank Europe SE. A2A è stata assistita dallo studio legale Orrick.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.