Quantcast

A2a, approvato il bilancio del 2020. Oltre 62 milioni al Comune di Brescia

Il gruppo ha chiuso il 2020 con un utile di 364 milioni netti e investimenti di 738 milioni. 0,08 euro dividendo per azione.

Più informazioni su

(red.) Nella giornata di ieri, giovedì 29 aprile, si è svolta l’assemblea ordinaria e straordinaria del gruppo A2a con un ordine del giorno che ha visto, tra le altre cose, il bilancio della società riferito al 2020. “E’ stato approvato il bilancio della società per l’esercizio 2020 – si legge in una nota del gruppo – e approvato la proposta formulata dal Consiglio di Amministrazione di distribuire un dividendo per azione ordinaria pari a 0,08 euro da mettere in pagamento dal 26 maggio e record date il 25 maggio.

Deliberato in senso favorevole con voto vincolante sulla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione 2021 e con voto consultivo, non vincolante sulla seconda sezione della Relazione sulla Remunerazione 2021 e autorizzato, previa revoca della deliberazione di autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie adottata dall’Assemblea Ordinaria del 13 maggio 2020, per quanto non già utilizzato, l’organo amministrativo ad effettuare operazioni di acquisto e di disposizione di azioni proprie, secondo le finalità, le modalità ed i termini. Il numero massimo di azioni proprie complessivamente detenibili è 313.290.527, tenuto conto delle azioni già possedute da A2a e da sue controllate, pari alla decima parte delle azioni che formano il capitale sociale.

Le operazioni di acquisto di azioni proprie verranno effettuate per perseguire, nell’interesse della società e nel rispetto del principio della parità di trattamento degli azionisti e della normativa applicabile in vigore, finalità di sviluppo come le operazioni connesse a progetti industriali coerenti con le linee strategiche che la società intende perseguire, in relazione ai quali si concretizzi l’opportunità di scambi azionari. Le operazioni di disposizione di azioni proprie, anche successive, verranno effettuate per perseguire, nell’interesse della società e nel rispetto del principio della parità di trattamento degli azionisti e della normativa applicabile in vigore, finalità quali operazioni connesse alla gestione corrente e operazioni connesse a progetti industriali coerenti con le linee strategiche che la società intende perseguire, in relazione ai quali si concretizzi l’opportunità di scambi azionari.

L’acquisto delle azioni dovrà essere effettuato con le modalità operative consentite dalla vigente normativa che non potrà consentire l’abbinamento diretto delle proposte di negoziazione in acquisto con predeterminate proposte di negoziazione in vendita e gli acquisti dovranno essere effettuati ad un prezzo non superiore né inferiore del 5% rispetto al prezzo di riferimento registrato dal titolo nella seduta di Borsa precedente ogni singola operazione. Approvato anche il progetto di fusione per incorporazione della controllata A2A Telecommunications Srl in A2A Spa e approvato il progetto di fusione per incorporazione della controllata Suncity Energy Srl“. Il bilancio approvato ha visto un utile netto di 364 milioni di euro e investimenti per 738 milioni. Il Comune di Brescia, come partecipante, incasserà oltre 62 milioni di euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.