Quantcast

Edison, confronto tra A2A e comuni

Il riassetto nell'incontro tra il presidente del consiglio di sorveglianza Graziano Tarantini e l'assessore al Bilancio del comune di Milano, Bruno Tabacci.

(red.) Nel giorno in cui Edf dovrebbe presentare ai soci italiani di Edison la sua proposta per il riassetto del gruppo di Foro Buonaparte, sono già in agenda degli incontri tra A2A e i comuni azionisti della multiutility.
Nel pomeriggio il presidente del consiglio di sorveglianza di A2A, Graziano Tarantini, vedrà infatti l’assessore al Bilancio del comune di Milano, Bruno Tabacci, incaricato dal sindaco Giuliano Pisapia di seguire il dossier.
E’ probabile che Tarantini riporterà anche al comune di Brescia, l’altro azionista forte di A2A. La multiutility è il più importante dei soci italiani di Edison, riuniti nella holding Delmi.
Nei giorni scorsi A2A ha dovuto smentire e le informazioni diffuse dalla Lega in merito al riassetto di Edison e a un possibile fallimento della multiutility e dei comuni di Brescia e Milano.
La Lega parlava di una probabile proposta francese per l’opzione di vendita del 30% di Edison in mano ai soci italiani a 0,7 euro ad azione, valore addirittura più basso di quello che Edison ha in Borsa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.