Quantcast

Confesercenti dice no alla Tassa di soggiorno turistica

Più informazioni su

(red.) Asshotel Confesercenti interviene in merito alla notizia sul ripristino della Tassa di soggiorno turistica, apparsa in data odierna sulla stampa locale. “Siamo fermamente contrari alla reintroduzione di questo  balzello”, è quanto afferma Marco Polettini, Presidente Asshotel Brescia. “E’ ora di abbandonare la logica secondo cui in ogni occasione in cui assistiamo alla carenza di risorse pubbliche debbano essere le  imprese turistiche ed i loro ospiti a pagare”.
“Riteniamo”, aggiunge il vice Presidente Asshotel, Paolo Bertini, “che debbano essere ben altre le iniziative a  favore di questo settore, e non provvedimenti che rischiano di deprimerlo creando non solo problemi di natura commerciale, ma introducendo inutili  appesantimenti burocratici. La sola gestione amministrativa di questo provvedimento costerà alle imprese turistiche decine di migliaia di euro in risorse umane e vane perdite di tempo”.
“Inoltre”, conclude Polettini , “appare quantomeno inusuale, e pertanto inaccettabile, che i sindaci non abbiano consultato le associazioni prima di prendere determinate decisioni, ma le consultino solo successivamente”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.