Quantcast

Polizia provinciale: assolto Honorati

Più informazioni su

    broletto3.jpgL'ex-comandante, condannato per abusi di atti d'ufficio, non colpevole in appello.

    (red.) Novità, in appello, per Giulio Honorati, l'ex-comandante della polizia provinciale di Brescia condannato in primo grado per abuso di atti d'ufficio. L'ex-funzionario di Palazzo Broletto è stato, infatti, assolto sulla base dell'articolo 530 secondo comma, che recita: "Il giudice pronuncia sentenza di assoluzione anche quando manca, è insufficiente o è contraddittoria la prova che il fatto sussiste, che l'imputato lo ha commesso, che il fatto costituisce reato o che il reato è stato commesso da persona imputabile".
    La Procura della Repubblica di Brescia aveva messo sotto accusa una gestione troppo allegra del corpo. Alla fine dell'inchiesta erano stati rinviati a giudizio 13 agenti della Polizia Provinciale, tra cui l'ex comandante e il responsabile del nucleo di polizia Stradale Lorenzo Mastrangelo. Gli agenti provinciali erano accusati di gestione disinvolta dell'auto di servizio anche nei giorni di ferie e di aver chiesto rimborsi che non gli spettavano per servizi notturni che invece non erano stati effettuati. .
    Honorati era stato condannato a 2 anni e 8 mesi, diventati 6 mesi grazie all'indulto. Lorenzo Mastrangelo, capo del nucleo di polizia stradale, a 4 anni per peculato, diventati per l'indulto 2 anni e 2 mesi.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.