(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 10 agosto un 38enne residente a Manerbio, nel bresciano, è finito in carcere perché sorpreso in flagrante a spacciare sostanze stupefacenti nonostante fosse costretto agli arresti domiciliari. Infatti, stava scontando 5 anni e dieci mesi di reclusione in casa proprio per la vendita di droga. I carabinieri di Orzinuovi avevano ricevuto delle segnalazioni e notato un sospetto andirivieni di persone verso quell’abitazione.

Quindi, l’hanno tenuta monitorata fino a quando hanno deciso di compiere un blitz. In quel momento nell’appartamento c’era un cliente, mentre la perquisizione ha portato a scoprire 25 grammi di cocaina, altri 30 di marijuana e 330 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita. Il pusher è stato di nuovo arrestato, si è visto convalidare il fermo e stavolta è stato condotto in carcere dove dovrà scontare il resto della pena precedente e anche quella nuova che gli verrà comminata.

Comments

comments