(red.) Sarà il viceprefetto vicario di Brescia Salvatore Pasquariello a gestire l’ordinaria amministrazione del Comune di Berlingo che è stato commissariato dopo che domenica 10 giugno non si è presentato almeno il 50% più uno dei votanti per scegliere l’unica candidata sindaco Cristina Bellini. “A seguito della convocazione dei comizi elettorali per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale di 18 Comuni di questa provincia, relativamente alla consultazione concernente il Comune di Berlingo è stata presentata e quindi ammessa alla competente Sottocommissione elettorale circondariale una sola lista di candidati, denominata Lista Civica Berlingo Virtuosa ed avente quale candidato alla carica di sindaco Bellini Cristina.

In esito alle votazioni di domenica 10 giugno e alle successive operazioni di scrutinio – si legge in una nota della prefettura – è emerso che il numero dei votanti è risultato inferiore al 50% degli elettori iscritti nelle liste elettorali del Comune, avendo espresso il voto 877 aventi diritto su un totale di 1996. L’adunanza dei presidenti delle sezioni elettorali, pertanto, preso atto che non è stato raggiunto il quorum dei votanti, non ha potuto procedere alla proclamazione degli eletti e ha dichiarato nulla la consultazione amministrativa per l’elezione del Sindaco e del Consiglio comunale del Comune di Berlingo. Lo scrivente, quindi, ha nominato Salvatore Rosario Pasquariello commissario incaricato dell’amministrazione del Comune fino all’insediamento degli organi ordinari di governo, da eleggersi in occasione del primo turno elettorale utile”. Cioè nella primavera del 2019.

Comments

comments