(red.) Nelle ore precedenti a mercoledì 16 maggio il sindaco di Brescia Emilio Del Bono ha firmato un’ordinanza per la notte bianca della Mille Miglia di sabato 19 maggio e che prevede una serie di restrizioni e limiti sull’acquisto di bevande d’asporto e anche sulla somministrazione degli alcolici nei vari locali. In particolare, niente alcol d’asporto con gradazione oltre il 7% e nei bar nemmeno i superalcolici oltre il 21%. Non saranno ammesse neanche lattine e bottiglie in vetro per motivi di sicurezza.

L’ordinanza del primo cittadino è stata concordata con la Polizia Locale e la questura e riguarda tutto il centro storico della città dalle 19 all’una di notte tra le piazze Loggia, Vittoria, Paolo VI, Mercato e Arnaldo, ma anche corso Garibaldi, via San Faustino, X Giornate, Musei e via Trieste. Lo stesso testo prevede che le attività e i locali coinvolti si dotino di personale che faccia rispettare le regole, mentre le forze dell’ordine si occuperanno di confermare la sicurezza. Chi trasgredisce rischia una multa fino a 206 euro o l’arresto fino a tre mesi.

Comments

comments

2 Commenti

  1. Perchè non vietano anche anfibi, scarpe pesanti che possano recare danno, non impongono la giacca e la cravatta e il tailleur per le donne. Hanno veramente rotto con questi divieti, uno non è piu nemmeno libero di uscire e bere quello che vuole. Ma che invece di multare i locali la polizia locale si mettesse a controllare gli ubriachi molesti e li sbattesse, come in tutto il resto del mondo in gattabuia a smaltire la sbornia. Spero che i cittadini disertino queste manifestazioni con regole catto comuniste imperanti.