(red.) Nei giorni precedenti a giovedì 8 marzo i carabinieri bresciani di Darfo sono stati chiamati a operare un intervento nei confronti di due ladre di alimenti e abbigliamento. Le due – un’italiana 32enne e una rumena di 21 anni, residenti ad Artogne – avevano raggiunto il supermercato del centro commerciale “Adamello”, in Valcamonica, con tutt’altra intenzione rispetto a quella di fare acquisti. Infatti, per tutta la mattina hanno fatto shopping “gratis” rimuovendo i dispositivi anti-taccheggio dalla mercanzia e per poi fare il via vai tra il market e la loro auto nel parcheggio.

Ma l’addetto del negozio si è accorto e ha chiesto l’aiuto del personale di vigilanza che ha poi attivato i carabinieri. Le due donne sono state quindi arrestate e nella giornata di mercoledì 7 marzo sottoposte al processo per direttissima in cui il giovane ha convalidato il fermo. Un’altra operazione, invece, ha coinvolto i carabinieri di Pisogne nei confronti di un uomo di 54 anni, già noto alle forze dell’ordine, che non aveva rispettato i domiciliari che stava scontando. Per lui è scattato il trasferimento nel carcere di Canton Mombello a Brescia.

Comments

comments

2 Commenti