Alessandra Hasani cintura rossa

(red.) Trionfo di Alessandra Hasani a Salisburgo nella seconda prova della karate serie A, la bresciana del Nakayama Brescia difendendo i colori della nazionale croata ha gareggiato nella specialità del kumite categoria 55 kg. Una gara perfetta, un karate spettacolare ed efficace quello espresso dalla Hasani sul tatami austriaco che le ha permesse di vincere tutti e sette i combattimenti disputati e salire meritatamente sul gradino più alto del podio. La bresciana di Molinetto di Mazzano è partita subito forte battendo 5-0 la serba e 3-0 la tedesca, poi è stata la volta dell’ostica e brava danese sconfitta al giudizio arbitrale dopo che il match molto equilibrato era terminato 0-0. Nel quarto turno un altro match emozionante quello contro la macedone Simona Zaborska battuta di misura 1-0 grazie a una tecnica di braccia.

Successivamente sono state l’azera e la scozzese ad essere travolte, rispettivamente per 3-0 e 5-2, dalla voglia di vincere della Hasani. In finale è andato in scena il derby contro Lorena Busà del gruppo sportivo dei Carabinieri che Alessandra ha chiuso in suo favore con un netto 5-1 frutto di due bei calci circolari (mawashi), il primo chudan (al corpo) che le ha portato due punti, ed il secondo Jodan (alla testa) che gliene ha assegnati 3. Un successo che è di buon auspicio per i prossimi tornei di una stagione che è fondamentale, diffati nel 2018 si disputeranno sia i campionati europei che quelli mondiali e soprattutto inizierà il percorso per qualificarsi alle olimpiadi di Tokio 2020, il sogno di tutti gli sportivi. 

Comments

comments

1 COMMENTO