(red.) E’ una tegola giudiziaria per il presidente della Provincia di Brescia Pier Luigi Mottinelli (Partito Democratico) quella che arriva dalla procura per opera del magistrato Ambrogio Cassiani. L’inquilino di palazzo Broletto, infatti, come ne dà notizia la stampa locale, risulta indagato dalla procura di Brescia per l’accusa di peculato. In particolare, perché avrebbe usato per motivi personali l’auto in dotazione alla Provincia.

Secondo l’accusa, dal febbraio del 2016 fino alla fine di gennaio del 2018, quindi nell’arco di due anni, avrebbe usato una Nissan con tanto di tessera carburante collegata nel momento in cui il cruscotto segnava 35 chilometri percorsi e poi, al termine del periodo, arrivata a 70 mila chilometri. Il diretto interessato, interpellato sull’indagine, si dice tranquillo perché afferma come l’auto sia stata concessa a lui dalla Provincia. E si dice disponibile a rivolgersi alla magistratura per spiegare la situazione.

Comments

comments

2 Commenti

  1. Questo tizio non è stato eletto da nessuno….oramai si nominano tra di loro.
    Inoltre era pure il candidato comune di PD e Forza Italia. Una piccola prova di inciucio, che volevano replicare dopo il voto di domenica.
    Fortunatamente la maggioranza degli italiani li ha mandati a ca…..