(red.) Nel tardo pomeriggio di domenica 4 marzo si è verificato un incendio al primo piano della struttura che ospitava l’azienda Efercal di calze in via don Minzoni a Calcinato, nel bresciano. Dal 2009, infatti, l’impresa è fallita e da quel momento continua il dibattito sul degrado dell’impianto. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco che hanno impiegato un paio di ore prima di spegnere il rogo indotto da alcuni cartoni per imballaggio. La sensazione certa, infatti, è che l’incendio sia stato doloso, visto che qualche testimone ha segnalato la presenza di alcuni ragazzini mentre fuggivano dal piazzale.

Su questo indagano i carabinieri locali anche attraverso le immagini delle telecamere di sorveglianza, mentre dalla procura di Brescia è stata già aperta un’inchiesta contro ignoti. Dopo la chiusura nel 2009 in seguito a quarant’anni di lavoro e il passaggio di competenze in capo al tribunale fallimentare di Brescia dal 2010, l’edificio è sempre più frequentato da ragazzini e adolescenti che si divertono a compiere danni.

Tanto che nel 2015 ci fu un incidente in cui rimase ferito un giovane che era salito sul tetto. La situazione è già nota in Comune e il sindaco Marika Legati ha sollecitato il tribunale fallimentare a intervenire per mettere in sicurezza la zona e considerando che l’area è strategica per il centro storico.

Comments

comments