(red.) E’ incredibile quanto emerso nei giorni precedenti a sabato 3 marzo a Paderno Franciacorta, nel bresciano e di cui scrive il Giornale di Brescia. Un cittadino, in modo incolpevole, aveva raggiunto due cassoni gialli impiegati per la raccolta degli abiti usati e destinati alle popolazioni indigenti e più povere e che si trovavano in piazza Manifattura Augusta, a due passi dal centro sportivo del paese. Tuttavia, ha poi scoperto che da quei due non veniva effettuata alcuna raccolta e quindi si è rivolto alla Caritas locale e alla cooperativa Cauto che gestisce i cassoni gialli.

Era un modo per recuperare gli abiti e destinarli in modo corretto a chi ne aveva bisogno. In realtà, si tratta di una zona dove storicamente sono presenti i contenitori per gli abiti usati, ma è stato scoperto che i due cassoni erano stati piazzati sul posto in modo del tutto abusivo e senza alcuna autorizzazione. E’ da accertare chi sia stato a portare sul posto i due contenitori, chi abbia poi raccolto i vestiti all’interno e da dove provengano i cassoni. Forse rubati da qualche deposito. In ogni caso la cooperativa Cauto si è occupata di far rimuovere i contenitori abusivi e che saranno piazzati con altri regolari.

Comments

comments